Paolo Pinna Parpaglia a Sassari

Paolo Pinna Parpaglia a Sassari

Dopo un mese e mezzo di incontri con gli autori, spettacoli e attività di promozione alla lettura, si chiude nel Capo di sopra la quarta edizione del festival di letteratura MONDO ECO – Sostenibilità Ecologica, Sociale e Culturale, organizzato da Il crogiuolo con la direzione artistica di Rita Atzeri. L’appuntamento è fissato per domani, martedì 12 dicembre,a Sassari nella Biblioteca Comunale (Palazzo D’Usini, Piazza Tola), dove alle 18 lo scrittore e avvocato  Paolo Pinna Parpaglia, classe 1974, cagliaritano, presenta il suo ultimo romanzo “La morte si chiama Madame” (Newton Compton), da pochi giorni nelle librerie, una nuova indagine dell’investigatore Depin, il personaggio nato dalla sua fantasia. A dialogare con lui un altro avvocato, ed ex deputato, Elias Vacca.

In una Assemini soffocata come non mai dall’afa Antony Depin si risveglia dal coma dopo tre settimane. Due pallottole nel ventre hanno messo a dura prova il suo corpo. Convinto che un buon bourbon sia il migliore degli analgesici, si incammina verso il bar di Billy. Ad accoglierlo, però, non c’è il solito locale, ma un negozio di paccottiglia cinese. Che fine ha fatto Billy? Una donna inquietante dalla voce melodiosa gli affida un’indagine: trovare un uomo misterioso entro Natale. Con il fisico ancora in ripresa, l’investigatore dovrà indagare su un nuovo caso a costo di rischiare anche questa volta la propria vita.
“L’entroterra sardo si tinge di mistero”, è stato scritto su La Repubblica, e nel suo ultimo romanzo Pinna Parpaglia continua a ispirarsi alla “crime fiction” made in Usa con una cifra stilistica sospesa fra commedia e grottesco.

Rita Atzeri